Categoria Archivi: Bordello documentario

Aforismi sull amicizia tra maschio e femmina amare ma tradire

aforismi sull amicizia tra maschio e femmina amare ma tradire

solo andare via sarà mica lasciare un manicomio che ti farà più povera e più vecchia? Inferni provvisori sono strada di tutti in vista come tralcio di croce percorrermi si può se lo consente una lingua tagliente, una lumaca d'acqua di mezzanotte o uno sparviero in abito da tè mi vive dentro una malinconia. Io non posso aspettarti ho urgenza d'aria ho pochi passi ancora, il tempo breve annoto solo musiche e respiri e parole taciute, più di quelle inutilmente dette. Fantasmi a venire Legava suoni con mani che sembravano corolle e poi diceva alle colombe - la vedete laggiù? Vitulano Le donne dai polpacci vene azzurre riempivano le conche al fontanile le portavano in testa sul cercine di stracci il portamento fiero anche in salita non una goccia d'acqua cascava sulla via l'afa azzerava il tempo sulle soglie vecchie. La sua specialità l'aria rifritta, di prima qualità, fili di paglia e tutoli sorretti ad occhi chiusi a cuore spento incenerito il cerchio. E l'accompagna fino al parapetto il lungomare occhieggia mille luci: - dimmi quel nome - - non me ne ricordo - - era un film che parlava di una strada d'una vecchia signora e uno chauffeur - Sto toccando le braccia. Amare il buio che tace battito discorde gesto volontario. Intorno a noi lo spazio, e noi il contorno una forma che ci ospita e costringe. Quant'allegria portava nelle mani! Importuno è il sogno quando scardina abbassa le difese assedia gesti inusuali, affonda nei tragitti dalla mente al sangue con battiti discordi. Si potrebbe partire per lo stretto con tavole da surf circondati da un mare di bagnanti un duetto a persistere sull'onda. Perciò le mani vuote delle rose che pure coltivavo nei giardini dell'eros, ora sono le ombre proiettate sul muro di cemento aquile o lepri fuggitive davanti ad una lampada cinese. Io redimorta tornare a quell'asfalto Di corollari e postulati Per dare i numeri bisogna usare lettere saper dedurre calcolare tempi e relativi stacchi sulla lavagna a vetri scriverne i risultati Bisogna saper chiudere le porte sopra numeri interi sottrarre. Invece si affacciarono i gatti delle strade alcuni guerci alcuni senza coda avvezzi alle battaglie dei vicoli di notte. Terrazzi sotto il sole contromano cartelli e terrapieni. Amabili quaranta, godibili cinquanta, plausibili sessanta, temibili settanta. Glicine d'autunno Siediti qui con me sui gradini del portico, è di rosso che si riveste il muro e sul terrazzo la vite americana si è avvinghiata ai fili tesi lontano dorme il resto del paese io qui mi fermo. Me lo dici?- - Non è l'azzurro a farti male amore è quell'ombra discesa nelle occhiaie è il tuo respiro corto- Il golfo intorno è una folata fredda una scena di Napoli che dorme ti bacio gli. S_collegamento Il telefono in fondo alla dorsale vibra ci si abitua a ogni cosa anche a sentire scosse di metallo come elisir di lunga vita o corta se qualcosa fibrilla. Schlinger ) Giro di sito Girovagare con due torce in mano una per la speranza una per dire addio e senza fare un passo oltre la soglia chinarsi un poco a raccattare i resti portano ancora i segni di ganasce. Gli canta il sonno, e lui quelle parole beve Nel silenzio che grava tra le entasi. E allora sogneranno di te faggi e sequoie stormiranno il tuo nome le montagne e chiederanno al dio delle galassie perché ti nascondeva nella carne. Eppure lui torna ad ogni passaggio della luna contro l'algido segno vince il fuoco vampa di me che abbraccio con il sole. Io più non fuggo, danzo, a piedi e mani giunte affronto il vento tutta laria mi bevo, con la sete di chi tutto il deserto ha attraversato. Sospirano fantasmi, ed io ammaliata dai ritagli di carta e dalle effigi impronte che ritagliano il fondale apro me stessa con la lama dombra lacero la mia vela senza mare. L'Uccellatore ha timpani di vetro Ma dove li hai nascosti fiori argento? Ci appressiamo al momento noi già mutati, noi che restiamo in mezzo offrendo le mani dalla soglia con la nota nel petto, il la maggiore arpa di primavera. No spettri di navi. Di fiori d'artemisia distillati bevo l'assenzio mi aggrappo ai corrimani nel silenzio sartiame arrotolato infine non ho voglia di attraccare. La parola sancita, non importa sotto quale vestito e quale nome si spoglierà per rivelarsi nuda penna affilata, sola via di fuga.

    Fler artiklar

0 Commento su "Aforismi sull amicizia tra maschio e femmina amare ma tradire"

Commento

Indirizzo e-mail non è pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *